Chi siamo 082851008 info@lamorellaricevimenti.it
Devi Organizzare Il Battesimo Di Tuo Figlio? Scopri La Nostra Guida Su Come Organizzare Un Battesimo Perfetto

Come organizzare un battesimo: idee e consigli per un battesimo perfetto

Organizzare il battesimo del proprio figlio è sicuramente un’esperienza fantastica e ricca di significato. Di norma, nel periodo che va dai due mesi ad un anno di vita del bambino, i genitori decidono di organizzare il battesimo, celebrando questo felice giorno con parenti ed amici ed è il primo evento della nuova famiglia. Per organizzare un battesimo perfetto senza particolare stress, così come per il matrimonio, occorre avere le idee ben chiare sui passi da compiere e sul tipo di cerimonia che si vuole allestire, oltre ad un pizzico di fantasia.

Le tappe fondamentali per organizzare un battesimo

La prima cosa da fare quando si decide di battezzare il proprio figlio è scegliere il periodo. Trattandosi di bambini molto piccoli è da preferire la primavera o l’estate, periodi durante i quali è molto meno probabile che i bimbi possano ammalarsi. Inoltre, la bella stagione vi consente di organizzare una festa all’aperto con una maggiore scelta per gli allestimenti e il tema.

Immediatamente dopo la scelta del periodo, occorre effettuare un’altra importantissima scelta: il padrino e la madrina del proprio bambino. Padrino e madrina non devono essere obbligatoriamente una coppia, ma è necessario che non siano divorziati o conviventi e devono aver fatto la Cresima. Il loro ruolo nella vita del battezzato sarà cruciale perché dovranno aiutare i genitori a crescere il bambino con i giusti valori e se ne assumeranno la responsabilità in caso di bisogno. Ecco perché è fondamentale scegliere un padrino e una madrina tra le persone per le quali nutrite stima e rispetto: che siano parenti o amici, fatevi guidare dall’affetto che provate per loro. Ricordatevi inoltre di fare loro un regalo o una bomboniera diversa da quella prevista per gli altri invitati. Dal canto loro, dovranno regalare al bambino un gioiello o comunque un oggetto importante.

Il terzo passo vi porta in Chiesa, a sostenere un colloquio con il parroco che battezzerà vostro figlio. In quella occasione potrete fissare la data (può essere comune ad altri battesimi oppure potete chiedere una data esclusiva). Occorrerà frequentare il corso preparatorio al battesimo, che consiste in alcuni incontri con gli altri genitori e il parroco, e produrre poi alcuni documenti, tra cui la domanda di battesimo con i dati anagrafici del bambino, l’autocertificazione di idoneità dl padrino e della madrina e nel caso vogliate celebrare la cerimonia del battesimo in una parrocchia diversa dalla vostra, occorrerà anche il nulla osta del vostro parroco di residenza.

A questo punto, potrete iniziare a stilare la lista degli invitati per il battesimo e scegliere, sulla base del numero di persone che festeggeranno con voi, una location adatta. Se, come abbiamo consigliato, avete scelto di celebrare la cerimonia nei mesi estivi, anche una location all’aperto per il battesimo sarà sicuramente molto apprezzata dai vostri ospiti.

battesimo

E veniamo a cosa indossare per il battesimo. Per i genitori abiti sobri ed eleganti, preferibilmente non in nero, ma se proprio non se ne può fare a meno, abbinarlo ad altri colori più vivaci. Il bambino invece deve rigorosamente essere vestito di bianco, simbolo di purezza. Accessorio indispensabile: un fazzoletto bianco per asciugare la testolina del bambino dopo il rito del battesimo. Le tendenze degli ultimi anni prediligono un ritorno al passato e non è più solo la testolina ad essere bagnata con l’acqua benedetta, ma si immerge completamente il bambino nel fonte battesimale.

Passiamo subito a come festeggiare il battesimo. In questo caso, è bene tener conto del periodo, dello stile che si vuole dare alla festa e dal budget a disposizione. Un agriturismo informale, ma raffinato e immerso nel verde potrebbe essere una buona soluzione per festeggiare il battesimo. Scegliete allestimenti semplici, con colori tenui e delicati.

Dedicatevi infine agli inviti e alle bomboniere per il battesimo, che potete realizzare fai da te. Quanto agli inviti, può essere sufficiente una telefonata, ma se proprio volete essere precisi e curare ogni dettaglio, è preferibile preparare dei veri e propri bigliettini stile partecipazione. Sul web impazzano i tutorial per la creazione di inviti fai da te, basta cercare. Quanto alle bomboniere, continuate a leggere per scoprire alcune idee di tendenza. Un’ultima cosa: la moda degli ultimi anni vede alcuni dei dettagli più comuni per il matrimonio essere di scena anche per i battesimi. Ebbene, parliamo della confettata per il battesimo, allestita con le stesse modalità e gli stessi criteri di quella prevista per il ricevimento di nozze: posizionata in un angolo dedicato con la torta e l’eventuale buffet di dolci e sempre più spesso arricchita da marshmallow e caramelle per i bambini, che sicuramente ad un battesimo non mancheranno.

Idee bomboniere battesimo

Le bomboniere del battesimo, come nel caso del matrimonio, sono importanti perché rappresentano il ricordo di questo evento così importante ed esprimono un ringraziamento per aver partecipato e festeggiato insieme il vostro bambino.

Tra le idee bomboniere battesimo troviamo la collezione delle bomboniere Thun, ricca di oggetti eleganti e caratteristici, particolarmente adatti ad un battesimo.

bomboniere battesimo

Se poi non avete problemi di budget e volete qualcosa di esclusivo, allora la collezione di bomboniere LeBebé è ciò che fa per voi.

Se siete in cerca di una idea originale per le bomboniere del battesimo, potete optare per il fai da te. Ad esempio, potreste realizzare dei sacchetti portaconfetti (con 3 o 5 confetti) fai da te all’uncinetto, riempire delle scatoline il plexiglas con confetti colorati, preparare biscotti decorati e confezionarli con tulle e confetti, realizzare ai ferri delle scarpette da neonato e tanto altro. Nel caso decidiate di dedicarvi alla creazione di bomboniere per battesimo fai da te, internet sarà un valido supporto e i tutorial un’ottima guida. Non dimenticate il bigliettino con il nome del bambino e la data del battesimo, nè di confezionare le bomboniere secondo lo stile che avete dato alla festa.

6 consigli utili nell’organizzazione di un battesimo

consiglio battesimo

  1. L’abbigliamento del vostro bambino: scegliete indumenti comodi e originali e non dimenticate di prevedere almeno un paio di cambi, è molto probabile che vi serviranno. Quanto ai colori, i più tradizionalisti opteranno per il classico bianco, mentre a chi vuole osare sono concessi i colori pastello;
  2. Prendetevi il tempo necessario per organizzare la festa, è il vostro primo evento importante di famiglia dopo il matrimonio ed è naturale che vogliate organizzare tutto nei minimi dettagli. La cosa importante è non strafare a tutti i costi, ricordate: less is more, soprattutto nel caso del battesimo, una festa soprattutto spirituale e che ha come protagonista un bambino.
  3. Fate le foto con la torta all’inizio della festa, il bambino sarà ben disposto, meno stanco e affaticato dalla giornata e anche voi genitori.
  4. Nello scegliere il menù rammentate che state organizzando un battesimo, non un matrimonio, quindi non esagerate con le portate. Via libera anche ad un buffet informale con finger food e tartine, sempre molto gustose e apprezzate. Non dimenticate dolci e caramelle per i bambini.
  5. Non lasciatevi prendere la mano nell’allestimento della sala. Lasciatevi consigliare dalla location che vi ospita e fate in modo che le decorazioni siano moderate, senza invadere l’intero spazio. Si a palloncini, nastrini e fiori da abbinare magari al colore scelto per l’abbigliamento del bambino.
  6. Se tra i vostri ospiti ci sono molti bambini e il vostro budget lo consente, prevedete animazione ed intrattenimento per loro: spettacoli di mangia, bolle di sapone, giochi e musica. I bambini si divertiranno e i genitori potranno rilassarsi e godersi la festa.